Agriturismo: prodotti e servizi (Progetto Regio-Plus dal 1998 al 2002)

Il Ticino è un cantone a forte vocazione agricola e turistica. Il progetto intende sviluppare il binomio agricoltura-turismo, promuovendo le iniziative agrituristiche e la produzione agricola che risponderà ai requisiti di un marchio di garanzia. La ricchezza agricola del Ticino non ha ancora ottenuto la giusta valorizzazione e in un periodo di crisi economica il territorio acquista sempre più importanza per l'attrattiva della regione. Attualmente gli agricoltori interessati all'attività si scontrano con notevoli difficoltà sul piano della realizzazione in quanto l'autorità cantonale non riconosce ancora l'agriturismo come complemento dell'attività agricola. L'Unione Contadini Ticinesi, con il sostegno delle Regioni di montagna e altri enti pubblici e privati, intende coordinare tutte le iniziative agrituristiche e commerciali esistenti per migliorare le potenzialità e l'immagine agricola sia a livello sociale che economico.

Richiedente

Unione Contadini Ticinesi, Segretariato Agricolo.

Partner/gruppi che partecipano al progetto

  • Regione Locarnese e Vallemaggia
  • Regioni di Montagna
  • Turismo
  • Agricoltura
  • Ristorazione
  • Industria agroalimentare
  • Artigianato

Motivi del progetto

Il Ticino è ricco di aziende agricole e di interessanti prodotti agricoli che possono essere sfruttati meglio e integrati nel settore turistico. Alcune iniziative agrituristiche hanno già dato risultati positivi. L'agriturismo rappresenta un'altra importante fonte di reddito per la nostra regione, in questo senso deve essere riconosciuto dalle autorità cantonali e promosso adeguatamente. Anche i prodotti agricoli devono essere valorizzati mediante la creazione di un marchio di qualità.

Obiettivi del progetto

Gli obiettivi principali del progetto sono i seguenti:

  • elaborare un concetto quadro sull'agriturismo che sia riconosciuto dalle autorità cantonali e che tenga conto delle effettive esigenze delle aziende interessate
  • creare un centro di consulenza per studiare, sviluppare e coordinare le varie potenzialità agrituristiche
  • creare e promuovere un unico marchio di qualità per valorizzare sia i prodotti sia i servizi su tutto il territorio cantonale

Procedura

Esistono tre gruppi di compiti principali che si sviluppano in parallelo:

1. Definizione politica dell'agriturismo (coordinamento, definizione di un argomentario politico, concretizzazione dell'agriturismo a livello legislativo)
2. Analisi e implementazione delle attività turistiche (analisi del mercato, sviluppo di pacchetti agrituristici, avvio di un ufficio di consulenza per l'agriturismo)
3. Avvio di una campagna di marketing (creazione e utilizzo del marchio di garanzia, contatto con tutti i partner economici, campagna pubblicitaria)

Pianificazione temporale del progetto

Il progetto si estende dal 1998 al 2002 ed è articolato in 3 ambiti di attività: agriturismo, promozione e istituzioni.

1998: Analisi della situazione di mercato e analisi delle attività agrituristiche

1998/1999: Implementazione in un'area pilota

1999/2000: Elaborazione dei modelli di analisi

2000/2002: Strutturazione del servizio di consulenza

1998/2002: Integrazione nell'offerta turistica ticinese, verifica delle scelte, processo di accettazione del concetto di agriturismo da parte delle autorità cantonali

Costi

Costi complessivi: CHF 980'000.–

Il progetto dovrà diventare autosufficiente dopo il periodo introduttivo di 5 anni e cominciare a finanziarsi nel 4 e 5 anno.

Conseguenze del progetto...

... sul territorio

Gli effetti territoriali saranno importanti. Il progetto permette infatti di garantire la presenza degli agricoltori, assicurando dunque la gestione duratura del territorio. Si potranno così ricuperare strutture agricole tradizionali obsolete che altrimenti potrebbero essere abbandonate o destinate ad altre attività.

... sulla struttura economica

Il progetto consentirà di aumentare il reddito agricolo aziendale, grazie alla presenza di un numero maggiore di turisti. I rami economici interessati dal progetto sono l'agricoltura, il turismo, le attività artigianali, la ristorazione e il settore delle trasformazioni agroalimentari.

... sul mercato del lavoro

Il progetto permetterà di consolidare e promuovere un ulteriore sviluppo durevole dell'attività primaria. In parte si può prevedere un piccolo aumento dei posti di lavoro.

... sull'ambiente

Il mantenimento delle aziende agricole permette di garantire una gestione attiva del territorio. Inoltre, l'avvicinamento dei turisti all'agricoltura favorisce l'educazione ambientale legata all'aspetto ricreativo e migliora il legame tra mondo rurale e urbano.

Valore del modello

Il progetto è innovativo in ambito cantonale e in seno al settore primario. Quest'ultimo può diventare un esempio e servire da stimolo per sviluppare ulteriori collaborazioni. Inoltre il progetto può essere imitato e applicato ad altri settori economici.

Direzione del progett

Cleto Ferrari
Unione Contadini Ticinesi e Segretariato Agricolo
Via Gorelle, Casella postale 447
6592 S. Antonino
Tel.: 091/851 90 90
Fax: 091/851 90 98
E-mail: agri@ticino.com,info@agriturismo.ch
Sito web

Riassunto del rapporto finale

Il progetto ha raggiunto in maniera soddisfacente i primi due obiettivi (elaborazione di condizioni quadro e basi legali per lo sviluppo dell’agriturismo in Ticino e creazione di un centro operativo di consulenza agriturismo) mentre il terzo (creazione e promozione del marchio TICINO) è stato pure raggiunto ma solo in un secondo tempo.
Gli effetti diretti sul mercato del lavoro sono limitati a livello di Segretariato agricolo dove è stato creato un posto di lavoro a tempo parziale. Non mancano gli effetti indiretti indotti, pur difficili da quantificare e da definire, che si riflettono nella creazione di una dozzina di posti di lavoro a tempo pieno ed oltre una ventina di impieghi a tempo parziale nel campo agrituristico generale soprattutto nella zone discoste e marginali, dunque molto importanti per l’economia di queste regioni. Interessante risulta pure essere la mole di investimenti realizzati (ca. 6 mio.).
Grazie alla promozione dell’agriturismo, è stato possibile rivitalizzare l’economia in molti nuclei isolati che altrimenti sarebbero stati abbandonati. Inoltre, il progetto Regio Plus ha contribuito allo sviluppo di alcuni prodotti agricoli innovativi.
Fra i successi del progetto vanno menzionati il corso di formazione per esercenti agriturismo, la realizzazione di un sito Internet promozionale molto frequentato (www.agriturismo.ch), la nascita e lo sviluppo di un marchio TICINO da parte dell’Unione contadini ticinesi, sostenuto e valorizzato anche da  Migros Ticino, il coinvolgimento diretto di oltre 150 aziende agricole ticinesi e l’offerta agrituristica attuale sul mercato.
Fra gli insuccessi, invece, non vanno dimenticati il mancato raggiungimento della massa critica di aziende agrituristiche previste negli obiettivi, le difficoltà nell’ottenere un’adeguata e regolare collaborazione da parte del Cantone in materia pianificatoria e il congelamento del progetto per un marchio di qualità agriturismo in Ticino dovuta alla forte diverità delle offerte.
Gli effetti del  progetto potranno proseguire anche quando cesseranno gli aiuti finanziari pubblici. Questo anche perché il mercato dell’agriturismo in Ticino è in controtendenza rispetto alla crisi che attanaglia l’intero settore turistico elvetico ed i prodotti agroalimentari ticinesi sono  di nicchia e di alta qualità.

Zurück zur Übersicht

Bild: regiosuisse.

Projektdatenbank: Neue Projekte und neues Gewand

Über 400 neue Projekte und ein überarbeitetes Design: Die NRP-Projektdatenbank von regiosuisse kommt erweitert und in einem neuen Gewand daher, neue Projekte werden laufend integriert.
Artikel teilen