www.regiosuisse.ch – La plate-forme du développement régional en Suisse

Centro tecnologico/formativo di eccellenza per il design, la lavorazione del legno e dei materiali innovativi

Il progetto propone la realizzazione in Valposchiavo di un centro di competenza dedicato alla lavorazione del legno e dei diversi materiali utilizzati nel settore dell’arredo e del design; esso punta negli anni a diventare un’eccellenza a livello internazionale nel settore di riferimento. Il complesso oggetto dell’iniziativa, in prospettiva, prevede la creazione di spazi didattici, officine dotate d’impianti d’ultima generazione e laboratori per la conduzione di attività di ricerca e sperimentazione. La superficie totale, nella sua configurazione più ampia e ambiziosa, è stimata in ca. 6'000 mq, da realizzarsi in maniera progressiva nell’arco di quattro 4 anni a partire dal 2012. Il centro si propone di erogare formazione d’alto livello in diversi settori, quali i processi di lavorazione del legno massiccio, dei suoi derivati e di altri materiali normalmente utilizzati nella produzione artigianale e industriale del mobile e dell’arredamento in generale, processi per la produzione industriale e artigianale del serramento e, infine, processi per la costruzione di case in legno. L’erogazione della suddetta formazione è prevista sottoforma di corsi a pagamento a carico dei soggetti frequentatori e del rispettivo Stato di provenienza, ai quali affiancare servizi a pagamento a sostegno delle grandi industrie, così come a sostegno delle piccole e medie imprese che vorranno avvalersi del supporto del centro. Gli investimenti preventivati sono stimati in ca. 17 milioni di franchi, suddivisi nell’arco temporale di 4 anni. La realizzazione della presente iniziativa, in prospettiva, prevede la graduale creazione di ca. 35 nuovi posti di lavoro in via diretta, che possono raggiungere un numero variabile fra i 50 e i 70 se si considera l’intero indotto. Il centro punta all’autonomia finanziaria nell’arco di 5 – 7 anni dal suo avvio; l’erogazione delle prime attività formative è prevista in una sede provvisoria a partire dal 2011.

Objectifs et impact attendu

L'obiettivo del progetto è la creazione di un Centro di competenza in grado di creare nuovi posti di lavoro e aumentare il grado di competitività della sistema produttivo locale, creando nel tempo un distretto del legno. Le aree di attività del Centro si svilupperanno su 4 filoni principali:

  • Attività in area formativa
  • Attività in area servizi
  • Attività di supporto alla ricerca
  • Attività complementari di supporto allo sviluppo imprenditoriale di settore.

Il Centro, nel tempo, dovrà raggiungere una forte autonomia finanziaria. La generazione di ricavi sarà garantita in prevalenza dalle prime tre aree (vedi sopra), mentre le attività all’interno dell’ultimo settore saranno principalmente rivolte alla creazione di ricadute sui territori e sulla cultura locale. Le attività saranno avviate negli anni con logica progressiva, a dipendenza sia delle fasi di attivazione della sede e degli investimenti tecnologici, sia dei tempi necessari per la costruzione di immagine e credibilità del Centro. Il modello formativo ipotizzato sarà ispirato al modello di sistema Svizzero di Formazione Professionale Superiore (caratterizzato da formazione continua e modularità), ma adattato per un mercato transfrontaliero e bilingue. L’offerta formativa del Centro sarà articolata in 4 aree di formazione, ciascuna indirizzata alle esigenze di una specifica tipologia di destinatari:

  • Area formazione aziendale;
  • Area formazione tecnica superiore;
  • Area formazione e aggiornamento operatori individuali;
  • Area formazione network SCM Group.

L’offerta sarà costruita in modo flessibile a partire da un catalogo di competenze frutto di un processo di integrazione e condivisione delle conoscenze fra i partner, e abbinerà sia formazione al mercato, sia formazione con percorsi su misura. Si caratterizzerà, inoltre, per un’impostazione per processi che renderà possibile una formazione integrata degli aspetti teorici, tecnologici e gestionali (gestione della produzione). L’orientamento formativo sarà fortemente indirizzato alla diffusione della cultura produttiva sui territori di riferimento. Il Centro tecnologico dovrà inoltre essere inserito in un ampio sistema di relazioni con aziende ed altre istituzioni di settore, al fine di coprire un vasto spettro di specializzazioni cui potrà attingere di volta in volta per l’offerta di formazione specialistica e su misura. L’obiettivo economico (in via prudenziale) è di raggiungere una situazione di semi-autonomia a regime (50% contributo pubblico e il 50% di ricavi derivante dal contributo ai corsi a carico dei partecipanti), in linea con il modello di funzionamento del sistema formativo superiore svizzero. L’offerta in area servizi prevede l’offerta di servizi tecnici e manageriali e di attività di supporto alla ricerca. In area tecnica sono stati individuati come da maggiore richiesta dal mercato i servizi di prove tecniche e certificazioni di prodotto, di sviluppo prodotti, e le lavorazioni precompetitive; in ambito consulenziale la richiesta maggiore è per consulenze sulla riorganizzazione di processo e sull’acquisizione di tecnologie. Saranno inoltre offerti servizi di consulenza globale per il settore e le attività per lo sviluppo delle risorse umane, del marketing e dell’ internazionalizzazione. Nell’ambito delle attività di supporto alla ricerca si prevede che il Centro possa costruire una propria specializzazione in area tecnologica nell’ambito dello studio e caratterizzazione sperimentale dei compositi custom, e in area manageriale relativamente all’organizzazione dei processi di produzione e delle metodologie produttive applicate al comparto del mobile. L’obiettivo economico in area servizi è quello dell’autosufficienza a regime. Nell’ambito dei servizi tecnici l’autonomia dovrebbe essere raggiunta grazie ai ricavi generati dai servizi offerti, mentre in area ricerca la generazione di introiti avverrà attraverso programmi di ricerca con finanziamento pubblico agevolato, e contributi privati (di imprese o associazioni) per ricerche di interesse specifico. Si prevede infine che una quota di cofinanziamento (tramite fondi per la competitività o altri strumenti esistenti) sarà necessaria per l’erogazione dei servizi rivolti alle fasce di imprese più piccole e deboli; tale azione è tuttavia strategica per rinforzare il tessuto produttivo locale e prevenire la perdita di competitività. Si prevede infine che il Centro sarà attivo nel promuovere attività complementari sia a supporto dello sviluppo imprenditoriale di settore, sia nel ruolo di riferimento territoriale del Centro stesso. Fra le principali attività in programma rientrano:

  • un Osservatorio di settore (collegato all’Osservatorio economico di cui la Regione si sta dotando);
  • una Biblioteca delle Best practices (volta a supportare lo sviluppo competitivo delle imprese tramite la diffusione delle pratiche di eccellenza in ambito produttivo e gestionale);
  • un Centro di competenza per la formazione a distanza.

A completamento sono previste attività per la diffusione della cultura del legno e il radicamento dell’attività del Centro nel territorio. Tali attività potranno essere di volta in volta finanziate con una raccolta fondi presso gli stakeholder interessati.

Activités

Nei mesi scorsi l’idea iniziale è stata verificata e approfondita sia attraverso l’allargamento e il rafforzamento della collaborazione strategica dei partner promotori, sia con lo sviluppo dei contenuti con strumenti metodologici accurati e rigorosi. Tale impostazione è stata adottata con l’obiettivo di ridurre al massimo il rischio dell’iniziativa, fornendo elementi ampi e il più possibile accurati su cui basare la decisione finale di investimento. A tal fine nel corso del 2009 le fasi di approfondimento portate a termine includono: 

  • Analisi di fattibilità (fase 1), con contenuti relativi a:
    • analisi dei settori economici di riferimento (Legno-arredo);
    • analisi dei territori di insediamento (regione Valposchiavo e Valtellina);
    • rilevazione qualitativa dei fabbisogni formativi e dell’offerta presente nei due contesti nazionali (Svizzera e Italia);
    • individuazione dei mercati obiettivo, individuazione delle alternative strategiche percorribili;
  • Ricerca di mercato estesa, condotta con sistema CATI presso 500 aziende del settore legno-arredo Lombarde e della Svizzera Italiana;
  • Analisi di fattibilità (fase 2), focalizzata allo sviluppo di dettaglio dei contenuti della proposta progettuale e all’analisi di fattibilità economica;
  •  Avvio di approfondimenti tecnici specialistici (in collaborazione con i partner) su tematiche critiche. Sulla base dei risultati emersi a conclusione della fase 1, è stato inoltre possibile definire il modello di Centro di riferimento, procedendo poi nel corso della fase di fattibilità tecnica all’ approfondimento e alla verifica dei singoli contenuti.
Canton
Grisons
Thème
Éducation et santé
Programme
NPR
Durée du projet
01.03.2009 - 30.06.2010
Instrument de financement
à fonds perdu
Coût
CHF 340'000.–
Contact
Regione Valposchiavo
Operatore economico
Alessandro Della Vedova
Pedecosta 526A
7741 San Carlo
Suisse
Grisons
+41818347942
segretariato@regione-valposchiavo.ch
NRP
Les buts stratégiques et les thèmes prioritaires mis en œuvre dans le cadre de la NPR varient selon le canton et la région et sont déterminants pour savoir si un projet peut bénéficier du soutien financier de la NPR.
Partager l'article