Principi per uno sviluppo territoriale coerente

Le idee guida dello sviluppo territoriale coerente

Il Progetto territoriale Svizzera elaborato insieme dalla Confederazione, dai Cantoni, dalle città e dai comuni serve come quadro di orientamento per lo sviluppo territoriale svizzero e rappresenta la base per lo sviluppo territoriale coerente. Questi prende spunto dalle seguenti idee guida.

Per poter affrontare in modo complessivo e coordinato le sfide territoriali la Confederazione, i Cantoni, le città e i comuni hanno sviluppato il Progetto territoriale Svizzera. La visione del Progetto territoriale Svizzera consiste nella conservazione e nel rafforzamento della varietà, della solidarietà e della competitività della Svizzera. In questo contesto si intende fra altro stimolare il pensiero e la pianificazione in aree d’intervento trasversali che comprendono città e campagna.

Lo sviluppo territoriale coerente si orienta alle seguenti idee guida:

Sintonizzare fra loro le politiche di rilevanza territoriale
In ogni territorio le varie politiche agiscono mirando a obiettivi diversi. Queste devono essere sintonizzate fra loro affinché il territorio possa essere sviluppato in modo coerente.
Utilizzare le sinergie – ridurre i conflitti
Nell’interazione fra le politiche vale il principio di utilizzare le sinergie e di ridurre i conflitti. Attraverso uno scambio tempestivo e una pianificazione prudente e attenta le politiche e le misure possono essere ulteriormente sviluppate, in modo da completarsi a vicenda generando così un numero minore di conflitti. Non sarà comunque possibile rimuoverli completamente, dato che finalità diverse e un diverso utilizzo dello spazio nella stessa regione porteranno sempre a dei conflitti di interesse. Così, per esempio, l’ampliamento delle grandi infrastrutture di trasporto, energetiche e turistiche entreranno in conflitto con un certo numero di disposizioni future per la protezione e la tutela. Il coordinamento e la ponderazione dei diversi interessi risulta perciò ancora più importante.
 
Mettere in rete i centri con il territorio circonstante
Le città e le aree rurali e le regioni montane dispongono oggi di ampie reti di contatto e le loro sfide e i loro sviluppi sono strettamente connessi fra loro. Le attività e prestazioni di servizio provenienti dai centri irradiano spesso anche i territori circostanti, e allo stesso tempo gli abitanti delle città sfruttano le offerte di svago delle aree rurali e delle regioni montane. Attraverso relazioni legate al pendolarismo anche città e campagna sono strettamente connessi. Questa conessione va mantenuta e migliorata.
Pensare e agire in spazi funzionali
I comuni e le regioni sono spesso intrecciati da molteplici rapporti sociali, economici e/o culturali. Queste aree vanno considerate come un insieme per sviluppare adeguatamente progetti e misure. Le relazioni funzionali superano spesso i confini comunali o addirittura quelli cantonali e nazionali.
Promuovere i punti di forza regionali
Ogni regione ha i propri punti di forza: questi vanno identificati, valorizzati e ulteriormente sviluppati a livello strategico. Ogni regione ha diversi vantaggi – i vari punti di forza regionali contribuiscono nell’insieme all’attuazione di uno svilippo territoriale coerente della Svizzera.

Illustrazione di copertina: Joujou / pixelio.de

Bild: regiosuisse.

ISCRIVETEVI ADESSO: Forum scientifico regiosuisse 2018 «Sfide e opportunità della digitalizzazione nello sviluppo regionale»

Questo evento, organizzato sull’arco di due giorni, si propone di mettere a disposizione degli operatori del settore le conoscenze acquisite attraverso la ricerca e di incentivare la scienza ad elaborare temi rilevanti per la pratica.
Condividi articolo