La piattaforma per lo sviluppo regionale in Svizzera

e-bike - Promozione del patrimonio geologico e naturalistico

L’analisi SWOT di Programma mostra come l’area sia caratterizzata da diverse criticità ed esigenze.Sono rilevati problemi di carattere imprenditoriale come la difficoltà nella creazione di reti di imprese con conseguente dispersione della fruizione turistica causata dall’assenza di una offerta coesa.Esiste inoltre l’esigenza di salvaguardia di posti di lavoro, soprattutto per i giovani anche per mancanza di possibilità di autoimprenditorialità e non di rado dalla mancanza di innovazione.Il territorio transfrontaliero è comunque ricco di risorse ambientali,naturalistiche,geologiche che,anche a causa dell’effetto combinato del cambiamento climatico e della mancanza di manutenzione,rischia una perdita delle stesse e una progressiva diminuzione della fruibilità.A questo si accosta una accentramento dell’offerta nel periodo invernale che comunque implica un incremento dei costi a fronte della sempre minore presenza di neve (dati ARPA Lombardia, Fonte ISTAT e fonte ANEF SKI).Tutto il sistema si sta indirizzando quindi verso la destagionalizzazione dell’offerta turistica ma risulta penalizzato dalla mancanza di innovazione. Le strategie Aree Interne delle regioni in prospettiva della green economy indirizzano verso il rilancio delle stazioni alpine all’insegna della sostenibilità:mobilità dolce ed escursionismo estivo che trovano nell’e-bike un vettore sostanziale.I documenti di programmazione delle regioni e dei cantoni concordano nell’esigenza di “messa in scena della montagna” e promozione della stessa quale risorsa fondamentale per il benessere e la protezione del territorio e dei suoi cittadini. L’e-bike è ormai riconosciuta come la frontiera di questa prospettiva(il mercato italiano nel 2016 mostra un incremento del 120% (fonte Ancma) quindi questo settore è quello che ad oggi regge il mercato delle due ruote in Italia. La pedalata assistita infatti permette di fruire il territorio anche a chi senza adeguata preparazione fisica con le ruote classiche si troverebbe in difficoltà. L’e-bike permette l’apertura alla fruizione, anche della montagna, a famiglie e turisti aged con un aumento dei fruitori cui non sempre, soprattutto nell’area transfrontaliera, si accompagna un aumento dell’offerta. E bike punta a dare risposta alla combinazione di questi due elementi: 1.garantire la conservazione,promozione e sviluppo del patrimonio naturale e culturale dell’area mediante la costruzione di una rete fisica di circuiti transfrontalieri uniti tra loro in una ciclabile che, partendo dal Forte di Bard si ricongiunga alla Stoccarda Venezia in territorio di Bolzano. 2. Aggregazione di tutta l’offerta turistica incidente sulla rete fisica in un cluster di servizi che sarà promo-commercializzatoa livello internazionale per garantire un sostanziale e sensibile aumento del numero di visite nell’area.

Cantone
Ticino
Grigioni
Tema
Turismo
sviluppo dell'offerta e del prodotto
Programma
Interreg
Durata del progetto
30.10.2018 - 28.07.2022
Strumento per il finanziamento
à fonds perdu
Costo
CHF 190'512.-
Contributo Confederazione
CHF 95'256.-
Costi complessivi UE
€ 1'700'000.-
Gli obiettivi strategici e le priorità di attuazione della NPR variano da Cantone a Cantone e da regione a regione e sono determinanti per la scelta dei progetti che verranno sostenuti con i fondi NPR.
Condividi articolo