La piattaforma per lo sviluppo regionale in Svizzera

Robotica e settore alberghiero

Le entrate su cui possono contare le strutture ricettive sono fortemente vincolate al numero di prenotazioni per camere e servizi di ristorazione, che costituiscono le uniche vere fonti di guadagno del settore alberghiero. I costi del personale, che superano il 42% del budget totale, e la sempre maggiore carenza di manodopera, unite al progressivo passaggio alle tecnologie digitali, spingono il settore alberghiero a esplorare nuovi orizzonti.

 

Ecco quindi che Pepper potrebbe rappresentare una soluzione innovativa alle difficoltà appena citate. Questo robot umanoide alto 120 cm sarà infatti in grado di registrare i clienti al momento del check-in e del check-out ma anche di trasformarsi in concierge e di prenotare un tavolo al ristorante. Pepper contribuirà così ad alleggerire il carico di lavoro della reception nei momenti più impegnativi della giornata, sbrigherà le operazioni di routine e si occuperà delle nuove esigenze digitali dei clienti. In questa prima fase il mini robot non verrà solo programmato ma riceverà anche il suo primo incarico di lavoro, che lo vedrà impegnato presso l’Hotel Opera di Zurigo.

 

Il progetto riesce così a conciliare la programmazione iniziale del robot per il settore alberghiero, particolarmente costosa, con la creazione di un valore aggiunto per le strutture ricettive interessate a questo tipo di servizio. Nella discussione trovano spazio anche gli aspetti etici legati al fenomeno, vale a dire le opportunità e i rischi che si accompagnano all’impiego dei robot nell’industria del turismo, che potrà beneficiare dei risultati emersi da accurate ricerche scientifiche.

 

Obiettivi

Pepper è pensato per il settore alberghiero e potrà essere assunto come «dipendente» da qualsiasi hotel. In particolare sarà in grado di:

  • migliorare l’esperienza di soggiorno dei clienti;
  • qualificare la struttura alberghiera in questione come hotel high-tech;
  • eliminare gli ostacoli all’inserimento di robot in azienda grazie all’esecuzione della programmazione iniziale, particolarmente costosa, durante il progetto;
  • semplificare e digitalizzare determinate operazioni (p. es. check-in e check-out);
  • affiancare i colleghi fungendo da «figura di riferimento» (disponibilità 24 ore su 24);
  • migliorare la pianificazione dei costi del personale grazie all’assistenza tecnica (p. es. un solo portiere di notte per più hotel);
  • integrare efficacemente diversi servizi (p. es. prenotazione di taxi o vendita di biglietti per gli impianti di risalita).

 

Partner

  • Opera Hotel Zürich
  • welcome hotels
  • Avatarion
  • GetLocal
  • HTW Chur (FH Graubünden)
  • HotellerieSuisse
Tema
Turismo
Digitalizzazione
Programma
Innotour
Durata del progetto
01.01.2019 - 30.11.2019
Strumento per il finanziamento
a fondo perso
Contributo Confederazione
CHF 275'000.–
Contatto
Ambassador & Opera AG
Falkenstrasse 5
8008 Zürich
Svizzera
Zurigo
+41 44 258 98 98
welcome@ambassadorhotel.ch
http://www.ambassadorhotel.ch
Condividi articolo