La piattaforma per lo sviluppo regionale in Svizzera

News

24.11.2020

Sviluppo sostenibile: strategia del Consiglio federale e nuova piattaforma

A inizio novembre il Consiglio federale ha posto in consultazione la Strategia per uno sviluppo sostenibile 2030. La strategia illustra come il governo intende attuare l’Agenda 2030. Al termine della consultazione il Consiglio federale adotterà un piano d’azione per gli anni 2021–2023. La piattaforma Valutazione della sostenibilità, lanciata di recente, fornisce anche strumenti e ausili per valutare lo sviluppo sostenibile e promuove lo scambio di esperienze e conoscenze sul loro utilizzo e sulla loro efficacia.
24.11.2020

Nuovo dossier sullo sviluppo regionale orientato all’efficacia

Perché facciamo il progetto? Cosa vogliamo ottenere? Sono domande fondamentali anche per lo sviluppo regionale, a livello sia di concezione che di attuazione. Per questo motivo, regiosuisse ha ampliato e aggiornato il dossier dedicato all’orientamento all’efficacia.
Questo dossier tematico propone ausili concreti sull’orientamento all’efficacia a chi muove i primi passi nello sviluppo regionale ma anche a chi è già attivo nell’implementazione di progetti NPR. Per rafforzare l’efficacia di un progetto, la NPR utilizza un modello d’efficacia che permette di visualizzare in modo semplice i collegamenti lineari tra azioni ed effetti. Il dossier aggiornato contiene tra l’altro una guida per l’elaborazione di un modello d’efficacia, una selezione di ausili di lavoro e indica le persone di contatto per chi cerca «sparring partner».
17.11.2020

Lancio del programma «Villaggi intelligenti / Regioni intelligenti»: insieme per diventare un villaggio intelligente

Nel quadro delle misure pilota NPR destinate alle regioni di montagna, la SECO e il Gruppo svizzero per le regioni di montagna (SAB) hanno lanciato il programma «Villaggi intelligenti / Regioni intelligenti» con il quale intendono sostenere i comuni e le regioni nell’elaborazione di misure per sfruttare in modo intelligente le possibilità offerte dalla digitalizzazione e promuovere lo sviluppo economico, sociale ed ecologico.
11.11.2020

Lanciato il programma d’impulso «Capacità d’innovazione Svizzera»

L’11 novembre 2020 il Consiglio federale ha deciso di lanciare il programma d’impulso «Capacità d’innovazione Svizzera» attraverso l’Agenzia svizzera per la promozione dell’innovazione «Innosuisse». L’obiettivo è preservare la capacità d’innovazione delle aziende durante la pandemia di COVID-19 e assicurare a lungo termine la loro competitività agevolando la promozione di progetti sotto il profilo finanziario. Le risorse supplementari saranno coperte con l’aumento del limite di spesa per Innosuisse negli anni 2021–2024, già deciso dal Parlamento.
04.11.2020

La Confederazione vuole sostenere rapidamente i programmi per i casi di rigore dei Cantoni e avvia la consultazione concernente la pertinente ordinanza

Nella sua seduta del 4 novembre 2020 il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione inerente all’ordinanza sui provvedimenti per i casi di rigore concernenti le imprese in relazione all’epidemia di COVID-19, disciplinando così i dettagli per il sostegno ai programmi cantonali da parte della Confederazione. Viene dunque dato il via libera per un’attuazione rapida: la Confederazione intende partecipare per metà ai costi legati ai provvedimenti cantonali, adottati con l’entrata in vigore della legge COVID-19 a fine settembre. Data l’urgenza, la procedura di consultazione durerà soltanto dieci giorni.
03.11.2020

Interreg festeggia 30 anni

Interreg, das grenzüberschreitende Förderinstrument der Europäischen Union, feiert in diesem Jahr sein 30-jähriges Bestehen. Seit den Anfängen beteiligen sich auch Schweizer Partner an dieser europäischen Initiative. In der Jubiläumsbroschüre «30 Jahre Interreg — 30 ans d’Interreg — 30 anni di Interreg» werfen Beteiligte auf Programm-, Projekt- und Politikebene aus der Schweiz und aus dem Ausland einen Blick zurück und nach vorne. Sie berichten über ihre Erfahrungen mit Interreg, die Bedeutung der verschiedenen Programme und über die Chancen, die sich dank der grenzüberschreitenden und transnationalen Zusammenarbeit für die Regionen auch in Zukunft eröffnen.
29.10.2020

Nuova politica regionale: creazione di valore aggiunto clima-compatibile

I cambiamenti climatici interessano in modo particolare le regioni di montagna e le aree rurali della Svizzera. Tra le sfide da affrontare vi sono l’aumento dei pericoli naturali e le conseguenze economiche delle incerte condizioni di innevamento per il settore turistico. Adottando soluzioni innovative questi territori possono reagire ai cambiamenti climatici e diventare economicamente più forti. Con le sue possibilità di finanziamento la Nuova politica regionale (NPR) della Confederazione può fornire un importante contributo: grazie alla NPR sono già stati realizzati numerosi progetti riguardanti i cambiamenti climatici.
27.10.2020

Previsioni KOF per il turismo svizzero: 13 milioni di pernottamenti in meno a causa della pandemia

Dall'estate la situazione del turismo si è distesa, ma ora il settore sta di nuovo rallentando. Il KOF prevede che nella stagione invernale il numero di ospiti europei in Svizzera sarà inferiore di circa un terzo rispetto all'anno scorso. Mancherà la maggioranza dei turisti provenienti dai mercati lontani. Nel complesso quest'inverno i pernottamenti dovrebbero diminuire del 30%. Per l'intero anno turistico 2020, il settore deve aspettarsi una perdita di oltre 10 miliardi di franchi.
20.10.2020

Il tool Aiuti finanziari ha un nuovo look

In collaborazione con i quattro Uffici federali SECO, ARE, UFAG e UFAM, regiosuisse ha sviluppato un tool interattivo che raggruppa gli aiuti finanziari disponibili per i progetti di sviluppo regionale. A due anni dal lancio, il tool cambia look e integra una nuova possibilità di filtro: gli aiuti finanziari dei Cantoni.
19.10.2020

Sostegno per servizi fiduciari

Molte piccole e microimprese nelle regioni di montagna sono duramente colpite dalla crisi legata al coronavirus. Per aiutarle dal punto di vista finanziario, l’Aiuto svizzero alla montagna è disposto a coprire parte delle spese straordinarie per servizi fiduciari.