La piattaforma per lo sviluppo regionale in Svizzera

SKIALP@GSB - Nuovo prodotto turistico

Lo sci alpinismo, in costante crescita, può diventare un prodotto turistico trainante per i territori. L'obiettivo è far divenire l'insieme dei due territori un punto di riferimento per lo sci alpinismo con la creazione di un Park nel quale dai neofiti agli sciatori più esperti possono trovare percorsi, servizi e opportunità turistiche. Il settore sci alpinismo non è ancora organizzato strutturalmente: rappresenta tuttavia un'opportunità per proporre servizi, azioni innovative, sistemiche e di promozione, che possono essere successivamente replicati su altri territori alpini. Il progetto rafforza la collaborazione transfrontaliera nel settore economico/turistico favorendo e potenziando, data la vicinanza geografica e infrastrutturale, la crescita e la nascita di nuove PMI, lo scambio turistico in coerenza con i progetti di cooperazione già presentati (pays gsb, gsb360) e favorendo la diffusione di conoscenze tecniche. Diversificare le attività turistiche, opportunità per un nuovo prodotto turistico, spinta al cambiamento sono le parole chiave. Il contesto transfrontaliero permette di sviluppare azioni in un unico, contiguo, integrato territorio su cui agire. L'obiettivo del progetto è aumentare il flusso turistico, rendere strutturali i servizi e sviluppare un modello durevole. L'approccio innovativo del progetto, lo sviluppo di azioni completamente transfrontaliere con il coinvolgimento diretto degli operatori turistici assicura la coerenza con gli obiettivi di programma

Cantone
Vallese
Tema
Turismo
sviluppo dell'offerta e del prodotto
Programma
Interreg
Durata del progetto
17.07.2018 - 10.12.2021
Strumento per il finanziamento
à fonds perdu
Costo
CHF 120'000.-
Contributo Confederazione
CHF 60'000.-
Costi complessivi UE
€ 546'830.-
Gli obiettivi strategici e le priorità di attuazione della NPR variano da Cantone a Cantone e da regione a regione e sono determinanti per la scelta dei progetti che verranno sostenuti con i fondi NPR.
Condividi articolo