Rafforzamento dell’Arco giurassiano grazie all’economia presenziale

L’Arco giurassiano si contraddistingue per le sue attività economiche orientate all’esportazione e contribuisce in ampia misura alla capacità di esportazione della Svizzera e alla ricchezza nazionale. Ciò nonostante, questa regione si confronta con un tasso di disoccupazione elevato rispetto alla media nazionale. Il progetto mira a rafforzare lo sviluppo economico della regione promuovendo il consumo di beni e servizi regionali. Per farlo, si basa sui risultati delle recenti ricerche nel campo dell’economia presenziale secondo cui lo sviluppo economico di un territorio non dipende unicamente dalla capacità di esportare beni e servizi ma anche dalla capacità di trattenere i redditi spesi delle persone o dalle imprese presenti sul territorio. Per raggiungere l’obiettivo prefissato verranno realizzati quattro sottoprogetti. Il progetto è realizzato nell’ambito del programma pilota Aree d’intervento economia (PHR economia) che si focalizza sull’importanza economica delle aree definite dal Progetto territoriale Svizzera.

Obiettivi ed effetti attesi

Il progetto PHR economia per l’Arco giurassiano mira a favorire lo sviluppo dell’economia presenziale per trattenere maggiormente i redditi sul territorio. Il progetto interviene su livelli di impatto diversi a seconda dei gruppi target interessati: imprese legate all’export, fornitori locali di prodotti e servizi ed enti pubblici.

Le imprese legate all’export (in particolare le imprese industriali):

  • traggono beneficio da un tessuto economico attrattivo composto da fornitori locali di prodotti e servizi
  • realizzano economie di cala nella catena di produzione (circuiti brevi grazie alla vicinanza con i fornitori)
  • riducono i costi di transazione tra le imprese esportatrici e i fornitori locali di beni e servizi (prossimità geografica che favorisce gli scambi, cultura economica condivisa, migliore conoscenza dei bisogni e delle aspettative).

I fornitori locali di prodotti e servizi:

  • ampliano la loro rete all’interno della regione
  • moltiplicano le iniziative interaziendali e i partenariati pubblico-privato.

Gli enti pubblici (comuni, regioni, Cantoni):

  • incoraggiano l’insediamento di nuovi fornitori di prodotti e servizi in linea con i bisogni del territorio.

Attività

Il progetto si articola attorno a due assi di intervento che si alimentano a vicenda e che verranno implementati come segue:

Asse 1: realizzazione di una diagnosi economica ed elaborazione di una strategia territoriale in materia di economia presenziale per l’Arco giurassiano

In una prima fase è stata realizzata una diagnosi economica dei comuni del Réseau des villes de l’Arc jurassien (Rete di città dell’Arco giurassiano) in collaborazione con l’Alta scuola di gestione Arc. La diagnosi ha permesso in particolare di identificare i tipi di reddito sul territorio come pure le leve di azione politica che i comuni possono attivare.

In una seconda fase si tratterà di sviluppare una strategia territoriale in materia di economia presenziale per l’Arco giurassiano attraverso un sistema di governance innovativo che raggrupperà le associazioni regionali di sviluppo economico, i comuni e i Cantoni dell’area di intervento. La strategia definirà misure specifiche e concrete nell’ambito delle tematiche/degli ambiti considerati prioritari per il territorio e proporrà applicazioni per le zone di cooperazione transfrontaliere.

Asse 2: messa a punto di quattro sottoprogetti pilota sul territorio dell’Arco giurassiano volti a favorire l’offerta delle imprese  

  • Sottoprogetto 1: promuovere l’offerta di prodotti e servizi regionali (sostenuto dalla Fondation Rurale Interjurassienne, FRIJ)

Il sottoprogetto mira a favorire le spese in prodotti e servizi regionali nell’Arco giurassiano puntando sulla popolazione attiva e per il tramite delle aziende. Il sottoprogetto si articola su due piani: la promozione dell’offerta commerciale regionale esistente nella regione e la promozione dell’offerta commerciale per il tramite di imprese partner.

  • Sottoprogetto 2: aumentare la spesa locale delle imprese industriali per l’acquisto di servizi (sostenuto dalla Chambre d’économie publique du Jura bernois, CEP)

Il sottoprogetto esamina in che misura le imprese industriali locali farebbero ricorso a fornitori esterni qualora i servizi ricercati fossero disponibili sul territorio dell’Arco giurassiano.  

  • Sottoprogetto 3: favorire nuove forme di lavoro (sostenuto dal Réseau Urbain Neuchâtelois, RUN)

Il sottoprogetto mira a stimolare lo sviluppo di nuove forme di lavoro nell’Arco giurassiano (telelavoro, coworking) identificando modelli di spazi lavorativi condivisi allo scopo di realizzare un progetto pilota nelle aree periurbane in sinergia con gli attori locali, in particolare quelli attivi nel settore della ristorazione.    

  • Sottoprogetto 4: facilitare la creazione di nuovi mercati locali (sostenuto dall’associazione Ecoparc)

Il sottoprogetto propone di mettere a punto una gestione globale e condivisa delle zone di attività economiche che permetta di attivare processi collaborativi interaziendali e di rafforzare le sinergie con gli enti pubblici e la popolazione locale.

Valore aggiunto atteso per l’area di intervento

Lo sviluppo dell’economia presenziale permette di dinamizzare i territori periurbani o rurali e di rafforzare i legami tra città e campagna.

Inoltre, i quattro sottoprogetti forniranno informazioni preziose sulle condizioni quadro che permettono all’economia produttiva di mantenersi e svilupparsi nell’area di intervento. Inoltre, forniranno indicazioni sull’opportunità di sviluppare progetti sovracantonali in materia di economia presenziale.

Infine, il progetto mira a migliorare la comprensione delle leve di sviluppo economico nel territorio di intervento. L’economia presenziale è considerata un approccio innovativo per sviluppare la creazione di valore nel territorio. Non solo è compatibile con l’economia orientata ai mercati esterni, ma permette anche di rafforzare le imprese esportatrici migliorando i vantaggi competitivi di queste ultime.

Attori coinvolti

Arcjurassien.ch / Réseau des Villes de l’Arc jurassien (RVAJ): responsabili del progetto

Association pour le développement des activités économiques de la Vallée de Joux: partner

Association pour le développement du nord vaudois: partner

Association réseau urbain neuchâtelois: partner

Chambre d’économie publique du Jura bernois: partner

Fondation Rurale Inter jurassienne: partner

Association régionale Jura-Bienne: partner

Association Ecoparc: partner

PHR economia

Il programma pilota Aree d’intervento economia (PHR economia) si focalizza sull’importanza economica delle aree di intervento definite dal Progetto territoriale Svizzera. Per mezzo di progetti urbano-rurali con un orientamento economico si propone di raccogliere elementi e conoscenze sull’importanza economica delle aree di intervento. Il programma pilota è attuato nell’ambito della Nuova politica regionale (NPR) in stretta collaborazione con l’Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE).

Aree di intervento secondo il Progetto territoriale Svizzera

Il PHR economia è una misura della «Politica degli agglomerati della Confederazione 2016+ (AggloPol)» e della «Politica della Confederazione per le aree rurali e le regioni montane (P-LRB)», la cui attuazione è stata affidata nel febbraio 2015 all’ARE e alla Segreteria di Stato dell’economia (SECO). In quanto tale, il programma serve quindi anche allo sviluppo territoriale coerente e punta alla promozione di progetti concreti nelle sei aree di intervento definite (area metropolitana di Zurigo, area metropolitana del Lemano, regione della capitale Svizzera, area metropolitana trinazionale di Basilea, Lucerna e Arco giurassiano).

Il PHR economia è attuato nell’ambito della NPR e si focalizza su obiettivi economici. 

Oltre ad imprimere impulsi allo sviluppo economico della regione, il PHR economia mira a verificare, attraverso progetti concreti, l’importanza delle tematiche economiche nelle aree di intervento definite. I progetti devono permettere di individuare le sfide e i compiti che possono essere gestiti particolarmente bene nelle aree di intervento del Progetto territoriale Svizzera. 

Parallelamente, vengono esaminate le interfacce con altre politiche settoriali. Il PHR economia deve portare vantaggi principalmente alle aree rurali, alle regioni di montagna e a quelle di confine (ambito di promozione della NPR).

Contatto presso la SECO: Sabine Kollbrunner (sabine.kollbrunner@seco.admin.ch, 058 462 22 64), Cyril Lyner (cyril.lyner@seco.admin.ch, 058 464 73 50); contatto presso l’ARE: Alessia Daouk (alessia.daouk@are.admin.ch, 058 463 39 38).

Cantone
Berna
Giura
Neuchâtel
Vaud
Area di intervento
Arc jurassien
Tema
Economia agricola
Industria
Altri temi
Programma
PHR economia
Durata del progetto
01.01.2016 - 31.12.2019
Costo
CHF 1'093'123.–
Contributo Confederazione
CHF 350'000.–
Contatto
arcjurassien.ch / Réseau des Villes de l’Arc jurassien (RVAJ)
Mireille Gasser
Rue de la Paix 12
2300 La Chaux-de-Fonds
Svizzera
Neuchâtel
+41 32 889 76 05
info@arcjurassien.ch
NRP
Gli obiettivi strategici e le priorità di attuazione della NPR variano da Cantone a Cantone e da regione a regione e sono determinanti per la scelta dei progetti che verranno sostenuti con i fondi NPR.
Condividi articolo