www.regiosuisse.ch – La piattaforma per lo sviluppo regionale in Svizzera

Il Consiglio federale: «Strategia per uno sviluppo sostenibile...

La strategia fissa le priorità della politica del Consiglio federale in materia di sviluppo sostenibile per i prossimi quattro anni.

Il Consiglio federale ha aggiornato la sua strategia per uno sviluppo sostenibile. Il rapporto «Strategia per uno sviluppo sostenibile: Linee guida e piano d'azione 2008-2011» rappresenta la terza strategia per uno sviluppo sostenibile, dopo quelle elaborate nel 1997 e nel 2002. Essa prosegue sulla via aperta vent'anni fa a livello mondiale dal rapporto «Our common future» della Commissione mondiale per l'ambiente e lo sviluppo - chiamato anche «rapporto Brundtland » dal nome del suo presidente. Uno sviluppo è sostenibile se riesce a conciliare fra loro gli obiettivi della responsabilità ecologica, della capacità economica e della solidarietà sociale.

La nuova strategia del Consiglio federale fornisce risposte ad otto «sfide principali» prioritarie: cambiamenti climatici e pericoli naturali, energia, sviluppo territoriale e trasporti; economia, produzione e consumi; uso delle risorse naturali; coesione sociale, demografia e migrazione; sanità, sport e promozione dell'attività fisica; sfide globali per l'ambiente e lo sviluppo. Inoltre definisce misure in tre ambiti tematici con marcato carattere trasversale: politica finanziaria; formazione, ricerca, innovazione; cultura.

Il piano d'azione comprende in tutto 30 misure. Ad esempio, in relazione alla sfida «cambiamenti climatici e pericoli naturali» è prevista, come misura, l'elaborazione di una legge sul clima che dovrà consentire alla Svizzera di soddisfare gli impegni internazionali concernenti la riduzione delle emissioni di gas serra e l'adeguamento ai cambiamenti climatici. Per quanto riguarda la sfida «economia, produzione e consumi», il Consiglio federale intende realizzare una strategia di edilizia  sostenibile per gli immobili della Confederazione, per ridurre tra l'altro il loro consumo energetico e le emissioni di CO2. Nel settore «formazione, ricerca, innovazione», inoltre, il Consiglio federale vuole che il concetto di sviluppo sostenibile sia maggiormente radicato a tutti i livelli di formazione.

Il piano d'azione non è un ulteriore programma di attività della Confederazione. Le misure hanno l'effetto di spostare il baricentro delle politiche esistenti in direzione di uno sviluppo sostenibile.

L'attuazione della strategia è sostenuta da una serie di provvedimenti collaterali. Un dettagliato sistema di monitoraggio dello sviluppo sostenibile permetterà, attraverso una serie di indicatori, di valutare se lo sviluppo procede nella direzione desiderata e dove sono necessari ulteriori sforzi nell'ottica della sostenibilità. I progetti politici che possono avere importanti ripercussioni sullo sviluppo sostenibile dovranno in futuro venire sottoposti ad una procedura di «valutazione della sostenibilità» ed essere ottimizzati in tal senso.

Internet ARE

 

Condividi articolo