Primo piano «La promozione del turismo è indispensabile per lo sviluppo regionale?», contributo tratto da regioS no. 08/14

Alpeggi incorniciati da maestose vette, candidi battelli a vapore che scivolano lenti su acque azzurre, borghi pittoreschi dove avvenenti accompagnatrici turistiche aspettano sorridenti i gruppi di turisti e l'immancabile cane San Bernardo dallo sguardo tenero: immagini idilliache che Svizzera Turismo pubblicizza in tutto il mondo per ammaliare ogni potenziale visitatore. Ma i tanto attesi turisti arrivano davvero? Il quadro tracciato dal Consiglio federale nel suo rapporto sulla situazione strutturale del turismo è molto meno da cartolina. Le cifre parlano da sé: negli scorsi anni il turismo svizzero ha perso terreno. Nel solo periodo compreso tra il 2008 e il 2012 i pernottamenti nel settore alberghiero sono infatti calati del 7 percento. Ad essere particolarmente toccate sono le regioni alpine, con una riduzione pari al 13 percento. Alcune destinazioni urbane, come Basilea e Zurigo, hanno invece registrato un aumento netto delle presenze.

Condividi articolo