Altri 61 milioni per misure straordinarie della CTI

Il Consiglio federale ha stanziato altri 61 milioni di franchi per misure straordinarie della Commissione per la tecnologia e l’innovazione (CTI). Con questi fondi il Collegio intende sostenere le PMI orientate all’esportazione che a causa del franco forte si trovano in difficoltà.

La seconda fase delle misure straordinarie della CTI prevede le seguenti priorità:

  • Le misure adottate nel 2015 per ridurre l’importo in contanti a carico dei partner economici impegnati in progetti d’innovazione vengono proseguite;
  • L’attuale regolamentazione secondo cui i partner attuatori privati devono assumersi in via di principio la metà dei costi dei progetti d’innovazione promossi dalla CTI viene allentata. D’ora in avanti sarà sufficiente una partecipazione minima del 30 per cento. Per i progetti d’innovazione soggetti a una richiesta di sostegno sarà effettuata, come per l’importo in contanti, una valutazione caso per caso;
  • L’impiego dei mentori della CTI per valutare i progetti d’innovazione delle PMI – che costituiscono il principale gruppo target – sarà intensificato.

Le misure straordinarie sono limitate fino alla fine del 2016 e sono complementari a quelle adottate lo scorso anno.

Condividi articolo
Bild: regiosuisse.

ISCRIVETEVI ADESSO: Forum scientifico regiosuisse 2018 «Sfide e opportunità della digitalizzazione nello sviluppo regionale»

Questo evento, organizzato sull’arco di due giorni, si propone di mettere a disposizione degli operatori del settore le conoscenze acquisite attraverso la ricerca e di incentivare la scienza ad elaborare temi rilevanti per la pratica.