Rheinuferweg. Bild: ZVG.

IBA Basel 2020, per uno sviluppo regionale transfrontaliero

L’esposizione di architettura che si sta tenendo a Basilea, l’IBA Basel Expo, offre un’anteprima sui temi che verranno trattati nella prossima esposizione internazionale prevista nel 2020. Si tratta di uno strumento innovativo di sviluppo regionale che promuoverà per dieci anni la cooperazione transfrontaliera nella regione trinazionale di Basilea. La NPR vi partecipa attraverso il programma Interreg. 

IBA sta per «Internationale Bauausstellung» (esposizione internazionale di architettura), uno strumento per lo sviluppo regionale e urbano ideato in Germania e utilizzato da oltre 100 anni (vedi riquadro). Prima esposizione di questo genere a coinvolgere tre Paesi, ossia Svizzera, Francia e Germania, l’IBA Basel si basa su un processo con un orizzonte temporale decennale (dal 2010 al 2020). Promuove lo sviluppo transfrontaliero dell’agglomerato trinazionale di Basilea attraverso il rafforzamento del senso di appartenenza della popolazione e degli attori, l’ottimizzazione della cultura della cooperazione transfrontaliera e lo sviluppo della visibilità della regione a livello nazionale e internazionale. L’IBA Basel 2020 si focalizza sull’implementazione di progetti architettonici, urbanistici, paesaggistici e culturali che portano benefici transfrontalieri alla regione e contribuiscono al miglioramento a lungo termine della qualità di vita e dell’attrattiva turistica ed economica.

Un esempio di progetto promosso nell’ambito di IBA Basel 2020 è il Rheinuferweg, un sentiero che costeggia il Reno e che collega il parco St.-Johann di Basilea con il ponte Dreiländerbrücke a Huningue (Francia). Kornelia Schiller, responsabile della comunicazione di IBA Basel, spiega che lungo il percorso, percorribile a piedi o in bicicletta, verranno predisposte zone di sosta e un ristorante con terrazza. Il progetto mostra come una città possa adottare una strategia di pianificazione transfrontaliera, a tutto vantaggio della popolazione residente. 

IBA Basel garantisce una gestione progettuale efficace e transnazionale 

Le regioni di confine sono confrontate quotidianamente a differenze di tipo giuridico e istituzionale, oltre che culturale e linguistico. Ciò nonostante, nell’agglomerato trinazionale di Basilea la cooperazione transfrontaliera vanta una lunga tradizione. Generalmente, però, proprio a causa delle sfide che si pongono richiede molto tempo e presuppone grande impegno. Gli strumenti di pianificazione e di cooperazione esistenti devono quindi essere completati da un sistema di gestione progettuale efficace e transfrontaliero. Ed è qui, spiega Kornelia Schiller, che entra in gioco IBA Basel.

Anche la NPR fa la sua parte

IBA Basel 2020 è sostenuta anche dalla Nuova politica regionale (NPR) nell’ambito del programma Interreg V A «Alto Reno». Gli obiettivi di IBA Basel possono dare slancio allo sviluppo regionale e sono in linea con quelli della NPR. Il sostegno fornito da Interreg si focalizza sul finanziamento di varie misure per IBA Basel. Manuel Friesecke, direttore di Regio Basiliensis (l’associazione che gestisce il punto di coordinamento intercantonale del programma Interreg «Alto Reno), spiega che l’associazione ha però anche messo a disposizione regolarmente i suoi strumenti di comunicazione per le attività di relazioni pubbliche di IBA Basel. Il sostegno della NPR ha dato effettivamente una spinta allo sviluppo regionale ed è stato utile per la creazione e l’implementazione della struttura organizzativa di IBA Basel, per il lancio dell’esposizione, per l’approfondimento dei contenuti trattati e per lo sviluppo di idee progettuali che verranno realizzate nell’ambito dell’esposizione. Friesecke aggiunge che i singoli progetti IBA sono sostenuti separatamente da attori pubblici e privati.

Mediare tra gli interessi delle regioni

IBA Basel è nata nel 2010 e si concluderà nel 2020. Finora sono stati selezionati 32 progetti che si trovano in fase di implementazione (fase di qualifica IBA). Kornelia Schiller spiega che tre progetti sono già stati attuati e hanno ottenuto il marchio IBA. Ciò va considerato un fatto piuttosto eccezionale e quindi, a maggior ragione, un incoraggiamento importante per le prossime fasi progettuali. Gli altri progetti sono sulla buona strada. 

Al successo di IBA contribuisce anche la regione trinazionale di Basilea, polo d’attrazione che  continua a crescere, non da ultimo grazie alle numerose aziende rinomate che si sono insediate nel territorio vicino alla frontiera (Dreiländereck). Questo, però, richiede a sua volta uno sviluppo costante della cooperazione regionale: IBA Basel deve trovare solide forme di cooperazione e di partecipazione che vadano oltre gli interessi particolari della regione. Occorre tra l’altro promuovere il dialogo transfrontaliero e sviluppare partenariati su base paritaria. Il ruolo di IBA Basel è proprio quello di mediare tra gli interessi dei vari attori.  

IBA Basel Expo comunica con la popolazione

Poiché IBA Basel è un processo dinamico di sviluppo urbano e regionale con un orizzonte temporale di dieci anni, il dialogo con la popolazione è un elemento indispensabile. Una prima presentazione dei progetti è stata organizzata nel 2013. La seconda si sta svolgendo nell’ambito dell’esposizione che si concluderà il 20 novembre 2016 nella Voltahalle di Basilea. Secondo Kornelia Schiller la mostra multimediale e interattiva permette alla popolazione di scoprire, osservare e sperimentare la vision e gli obiettivi di IBA Basel in modo dinamico e ludico. Con quest’esposizione e avvalendosi della realtà virtuale, di animazioni e illusioni ottiche e di un ricco programma collaterale, IBA Basel permette al pubblico di farsi un’idea delle attività diversificate a favore dello sviluppo regionale transfrontaliero. La visita all’esposizione è interessante non solo per chi risiede nella regione, ma anche per le persone che vengono da fuori e che vogliono scambiare opinioni e esperienze su strumenti, idee e progetti concreti per promuovere lo sviluppo transfrontaliero delle regioni.  

Le esposizioni, organizzate ad intervalli regolari, illustrano anche i passi avanti compiuti nei vari progetti. Kornelia Schiller precisa che nel 2020 verrà organizzata una presentazione finale dei progetti per mostrare alla popolazione che, grazie all’approccio transnazionale adottato nella gestione progettuale, i progetti selezionati sono stati portati a termine con successo. 

Le esposizioni internazionali di architettura (IBA)

La prima esposizione internazionale di architettura (IBA) si è tenuta a Darmstadt (Germania) nel 1901. Inizialmente l’IBA era una sorta di salone dell’architettura e dell’edilizia nell’ambito del quale venivano presentate nuove idee progettuali. Con il passare del tempo, l’esposizione è diventata uno strumento di pianificazione urbanistica e regionale. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale piuttosto ampio, si propone di stimolare una determinata regione fungendo da piattaforma per lo sviluppo regionale e urbano. Sostiene inoltre progetti che si allineano agli obiettivi definiti. I progetti veri e propri sono finanziati separatamente da attori pubblici e privati. 

Foto (fornite da IBA Basel): alcuni progetti realizzati nell’ambito di IBA Basel 2020, tra cui il progetto Rheinuferweg (foto iniziale).

Condividi articolo
Bild: regiosuisse.

ISCRIVETEVI ADESSO: Forum scientifico regiosuisse 2018 «Sfide e opportunità della digitalizzazione nello sviluppo regionale»

Questo evento, organizzato sull’arco di due giorni, si propone di mettere a disposizione degli operatori del settore le conoscenze acquisite attraverso la ricerca e di incentivare la scienza ad elaborare temi rilevanti per la pratica.