Potenziale a portata di mano: i social media nello sviluppo regionale

L’utilizzo di nuove forme di comunicazione e marketing (social media) negli ultimi anni sta sempre più al centro dell’attenzione. Nel campo dello sviluppo regionale in Svizzera i social media assumono comunque ancora un ruolo di carattere secondario.

Le imprese possono generare valore aggiunto anche di carattere economico, grazie all’utilizzo delle reti sociali come Facebook, Twitter, LinkedIn, nonché blogs, wikis e portali mediatici come YouTube. In base a studi recenti esiste una relazione fra il numero di click «Mi piace» sul profilo di Facebook di un imprenditore e il numero delle vendite di prodotti (Eventbrite, 2012). Grazie ai social media le imprese possono pure curare la fidelizzazione dei clienti, il posizionamento del proprio marchio, l’offerta e il marketing per il personale, l’osservazione dei trend di mercato nonché esercitare l’e-Commerce.

Ancora nei panni di un bambino
Le imprese svizzere reagiscono per il momento (ancora) con un certo timore alle opportunità offerte dai social media. Attualmente solo il 22% delle imprese svizzere più grandi dispongono di una strategia dei social media descritta e formulata nei dettagli. Allo stesso modo si comportano le attrici e gli attori dello sviluppo regionale svizzero. Solo poche organizzazioni utilizzano oggi in modo professionale i vari canali disponibili per dialogare con i propri target di riferimento o per raggiungere gli obiettivi prefissati.

L’utilità dei social media
I canali dei social media possono senz’altro essere utili nello sviluppo regionale, sia verso l’interno che verso l’esterno. All’interno di una regione è possibile appoggiarsi ai canali che prevedono la gestione delle conoscenze, la ricerca delle informazioni e la comunicazione. Inoltre un’organizzazione può, attraverso un utilizzo sensato di questi strumenti, entrare in dialogo con i propri gruppi target e può informare sui progetti, sulle attività e sugli eventi in atto. Essa può anche promuovere, assieme alle attrici e agli attori del territorio, la creazione e lo sviluppo di nuove idee.

Verso l’esterno della regione è possibile utilizzare le nuove forme di comunicazione e di marketing per guidare in modo attivo la presentazione e commercializzazione di una regione, per cercare il personale adatto e per proporre e vendere prodotti e offerte di prestazione. Infatti i canali dei social media offrono anche la possibilità di mettersi in rete direttamente con gli specialisti dello sviluppo regionale e scambiare con loro in questo modo preziose conoscenze e esperienze.

Come mettere in atto?
Come possono, le attrici e gli attori dello sviluppo regionale, affrontare l’argomento? Si tratta, da un lato, di definire quali informazioni vanno rese disponibili alla collettività e quali siano gli obiettivi concreti da perseguire. Dall’altro lato, per ogni gruppo target, va definito quale canale utilizzare e a quale scopo. Perché solo con una strategia d’insieme la molteplicità degli strumenti disponibili può realmente assumere un valore aggiunto per la propria attività.

Serie – Tavoli tematici al mercato della ricerca regiosuisse 2012

regiosuisse informa a scadenze irregolari sulle discussioni e sui risultati dei tavoli tematici del «Mercato della ricerca regiosuisse 2012».
Nell’ambito di questa manifestazione l’argomento «social media» è stato discusso attorno a un tavolo tematico su iniziativa del Schweizerischer Institut für Entrepreneurship (SIFE) della HTW di Coira. Attualmente la SIFE sta lavorando a un ampio studio sull’argomento e propone consulenze, e workshops che si rivolgono da un lato alle attrici e agli attori dello sviluppo regionale e dall’altro a piccole e medie imprese.

Condividi articolo
Bild: regiosuisse.

ISCRIVETEVI ADESSO: Escursione di formation-regiosuisse

Durante le escursioni vengono discussi, sulla base di casi concreti, le sfide e i fattori di successo delle strategie e dei progetti di sviluppo regionale e evidenziati i processi di riforma, i modelli di cooperazione e gli approcci più promettenti.