Il SAB presenta le sue richieste per le regioni di montagna e le aree rurali

Nella sua agenda politica 2012−2015 il Gruppo svizzero per le regioni di montagna (SAB) chiede alla Confederazione un impegno maggiore per le regioni di montagna e le aree rurali.

Il SAB, che difende gli interessi delle regioni di montagna e si impegna a livello politico per uno sviluppo sostenibile di queste regioni e delle ulteriori aree rurali in Svizzera, ha elaborato la sua agenda politica 2012-2015. Oltre alla domanda centrale in cui si chiede alla Confederazione una strategia coerente a favore delle regioni di montagna e delle aree rurali l’agenda politica presenta un ampio catalogo di rivendicazioni relative a tematiche come la politica finanziaria, il servizio pubblico, l’agricoltura, l’economia forestale, il turismo, l’energia, la pianificazione territoriale o le relazioni internazionali.

Per quanto riguarda il sostegno diretto alle regioni di montagna e alle aree rurali il SAB chiede il proseguimento della Nuova politica regionale (NPR) anche dopo il 2015. Esso chiede inoltre che lo strumentario NPR vada adeguato, tenendo conto delle conoscenze raccolte nel primo periodo di attuazione, e che l’ambito territoriale di riferimento non venga ulteriormente ampliato.

Il SAB provvederà, nei prossimi quattro anni, a introdurre le sue richieste nella discussione politica a livello federale.

Comunicato stampa del SAB

Agenda politica 2012-2015 del SAB

Condividi articolo
Bild: regiosuisse.

ISCRIVETEVI ADESSO: Escursione di formation-regiosuisse

Durante le escursioni vengono discussi, sulla base di casi concreti, le sfide e i fattori di successo delle strategie e dei progetti di sviluppo regionale e evidenziati i processi di riforma, i modelli di cooperazione e gli approcci più promettenti.