«REVE d‘avenir»: 27 comuni franco-svizzeri lanciano una sfida nel settore dell’energia

Nell’ambito del «Patto dei sindaci» il progetto INTERREG IV A «REVE d‘avenir» (in italiano: sogno per il futuro) riunisce 27 regioni, città e comuni svizzeri e francesi dell’area di frontiera. Il Patto persegue l’obiettivo di raggiungere e superare le disposizioni della UE per il 2020 riducendo le emissioni di CO2, attraverso un piano d’azione per l’energia sostenibile, di almeno il 20%.

Sostituire una comune lampadina con una variante «a basso consumo energetico», percorrere il tragitto che porta alla panetteria in bicicletta anziché con l’automobile oppure sostituire il vecchio riscaldamento a olio con un impianto geotermico – queste sono tutte azioni che possono contribuire alla riuscita del «REVE d‘avenir».
Il progetto INTERREG lanciato in primavera 2010 riunisce 27 città francesi e svizzere (per un totale di 3.5 milioni di abitanti) e persegue il seguente obiettivo comune: tutti gli attori coinvolti si impegnano a raggiungere e addirittura superare gli obiettivi in materia energetica e climatica dell’Unione Europea. Gli obiettivi fino al 2020 sono: riduzione delle emissioni CO2 del 20%, riduzione del consumo di energia primaria del 20% e innalzamento della quota di energie rinnovabili nel mix energetico europeo al 20%.

Undici città e comuni svizzeri partecipano al progetto
Una particolarità del progetto è rappresentata dal fatto che sono direttamente coinvolti nel progetto centri cittadini e comuni in parte completamente diversi fra loro, sia per la dimensione che per la conformazione e le condizioni geografiche. Per la Svizzera partecipano 11 città e comuni situati in 5 cantoni della Svizzera occidentale: Ayent-Anzère, Crans Montana, Friborgo, Ginevra, La Chaux-de-Fonds, Lausanne, Martigny, Montreux, Morges, Neuchâtel e Vevey (tutte città energetiche).

Prevista una piattaforma su 3x20.org
I responsabili del progetto «REVE d‘avenir», SvizzeraEnergia per i comuni e Energy Cities, intendono rendere visibili e concrete le misure previste. Il 14 febbraio 2011 sarà perciò lanciata sul sito www.3x20.org una piattaforma sulla quale sarà visualizzato attraverso quali misure sarà possibile risparmiare energia nelle imprese e nelle economie domestiche, quantificando per ogni misura il potenziale di risparmio.
La piattaforma potrà inoltre fungere da fonte di ispirazione per tutti gli interessati e potrà essere integrata e completata con nuove informazioni da tutti i 27 membri del progetto (comuni, cittadini, imprese, associazioni ecc.).


Vai al sito 3x20.org (in francese)

Ulteriori informazioni riguardanti il progetto

Ulteriori informazioni riguardanti il Patto dei sindaci


Contatto svizzero:
SvizzeraEnergia per i comuni
brigitte.dufour@bio-eco.ch
Tel: + 41 21 861 00 96

Condividi articolo
Bild: regiosuisse.

ISCRIVETEVI ADESSO: Forum scientifico regiosuisse 2018 «Sfide e opportunità della digitalizzazione nello sviluppo regionale»

Questo evento, organizzato sull’arco di due giorni, si propone di mettere a disposizione degli operatori del settore le conoscenze acquisite attraverso la ricerca e di incentivare la scienza ad elaborare temi rilevanti per la pratica.