Assegnato il mandato regiosuisse 2016–2023

Dall’inizio del 2008 regiosuisse è gestita, su incarico della Segreteria di Stato dell’economia (SECO), da Planval in collaborazione con altre imprese subappaltanti. Il mandato di gestione di regiosuisse per il periodo 2016–2023 è stato nuovamente assegnato a Planval.

regiosuisse, una misura di accompagnamento per l’attuazione della Nuova politica regionale (NPR), è condotta dal 2008 dalla ditta Planval con sede a Briga nell’ambito di un incarico assegnatole come contraente generale. Per la nuova assegnazione del mandato regiosuisse per il periodo 2016–2023 la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) aveva pubblicato un bando di concorso OMC nel mese di marzo 2015. Il mandato è nuovamente stato assegnato alla ditta Planval che aveva concorso come contraente generale in collaborazione con altre imprese subappaltanti. Rispetto al periodo precedente il team è stato ampliato e rinforzato con nuove imprese e persone. Questo vale anche per la direzione di regiosuisse. Accanto agli attuali membri della direzione Sebastian Bellwald e Kristin Bonderer di Planval, Johannes Heeb di seecon e Stefan Suter di Ecoplan fanno ora parte del team anche Benoît Charrière di Sofies e Siegfried Alberton della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

Il team storico di regiosuisse, assieme ai diversi nuovi entrati, si occuperà anche in futuro della gestione delle conoscenze nella NPR e nello sviluppo regionale e sarà a sua volta il referente per la qualificazione degli attori della NPR e di Interreg. Il nuovo mandato regiosuisse prevede inoltre l’aggiunta di prestazioni per la politica degli agglomerati e la politica delle aree rurali e delle regioni di montagna. Nelle prossime settimane, assieme ai mandatari, sarà elaborata la convenzione dettagliata sulle prestazioni.

Condividi articolo
Bild: regiosuisse.

ISCRIVETEVI ADESSO: Forum scientifico regiosuisse 2018 «Sfide e opportunità della digitalizzazione nello sviluppo regionale»

Questo evento, organizzato sull’arco di due giorni, si propone di mettere a disposizione degli operatori del settore le conoscenze acquisite attraverso la ricerca e di incentivare la scienza ad elaborare temi rilevanti per la pratica.