La piattaforma per lo sviluppo regionale in Svizzera

Bild: Verein Mitarbeiter-Sharing.

NPR: fondi sufficienti per progetti turistici validi

Nell’attuale periodo programmatico della Nuova politica regionale sono ancora disponibili risorse finanziarie per il turismo. Il settore alberghiero può beneficiarne per realizzare progetti di svariata natura.

Articolo pubblicato la prima volta nella htr hotel revue del 22 marzo 2018.

In estate, per quattro mesi, le gole della Tamina vicino Bad Ragaz (SG) danno vita tutte le sere a un grande spettacolo di luci con coloratissime animazioni in 3D. Il progetto «Light Ragaz», avviato nel 2017, è un valido esempio di prodotto turistico capace di imporsi sul mercato e che può quindi essere sostenuto dalla Nuova politica regionale (NPR). Lo stesso vale per i pacchetti avventura o i processi per lo sviluppo di marchi. Rosa Ilmer, responsabile di progetto e direttrice di Light Ragaz Management GmbH, spiega che «Light Ragaz» è un’iniziativa nata dalla collaborazione tra gli alberghi e i ristoranti della regione, il Comune e Ragaz Tourismus e che i riscontri sono ottimi soprattutto per il settore gastro-alberghiero: nel 2017 il numero di turisti è raddoppiato rispetto alle previsioni.  

Utilizzato circa un quarto delle risorse NPR

La seconda fase del programma NPR è iniziata nel 2016. L’attuale periodo scade a fine 2019. Al giro di boa tuttavia le casse ridono ancora. È stato infatti usato poco meno di un quarto delle risorse disponibili (cfr. riquadro). I costi dei progetti sono finanziati fino al 50 per cento e i Cantoni devono partecipare almeno nella stessa misura della Confederazione. I fondi NPR possono essere impiegati anche per progetti turistici di svariata natura. Per il turismo e il settore alberghiero si tratta di un’ottima opportunità: permette di dar vita a qualcosa di nuovo con la garanzia di una maggiore sicurezza finanziaria. Pensiamo, ad esempio, ai progetti volti a ottimizzare le strutture e creare cooperazioni come quello lanciato dal settore gastro-alberghiero di Grigioni e Ticino che prevede lo sharing del personale per la stagione turistica. L’obiettivo è la conclusione di un contratto tra le aziende che lavorano a stagione e i collaboratori che possono così avere una prospettiva di lavoro annuale.

Lo strumento centrale di questo progetto è la nuova piattaforma online, in funzione dalla prossima estate, che permetterà il «match-making» automatico tra datore di lavoro e dipendente. «Questa piattaforma di ‘sharing-economy’ agevolerà lo scambio tra le imprese con alta stagione in estate e quelle che invece lavorano di più in inverno e i lavoratori stagionali», spiega Brigitte Küng, responsabile del progetto e collaboratrice scientifica dell’Alta scuola per la tecnica e l’economia (HTW) di Coira. A partire dal 2019, dopo la fase pilota, la piattaforma sarà accessibile alle imprese di tutta la Svizzera. 

La NPR promuove anche misure volte a garantire la disponibilità di manodopera qualificata a livello regionale. Ne è un esempio il progetto «mira!cultura Surselva». Si tratta di un programma triennale, finanziariamente autonomo, che propone visite guidate nella Surselva (GR). «A tal fine servono guide adeguatamente formate e disposte a perfezionarsi», spiega la responsabile del progetto e conservatrice del Museo regionale della Surselva, Marianne Fischbacher.

La NPR sostiene inoltre progetti infrastrutturali finalizzati alla creazione di valore che fungono da base per lo sviluppo di una destinazione turistica o forniscono un contributo sostanziale all’ampliamento dell’offerta esistente. Si tratta di un’opportunità interessante per le strutture d’accoglienza, visto che la NPR può finanziare anche centri congressuali, benessere o sportivi situati in alberghi ma accessibili al pubblico. Grazie ai fondi NPR l’albergo Les Endroits a La-Chaux-de-Fonds (NE) ha potuto inaugurare il proprio centro wellness. Una novità per la regione. «Abbiamo acquisito nuovi clienti e la regione si è arricchita di un centro benessere, ma soprattutto è aumentato il numero di ospiti che rimane per il finesettimana», afferma la proprietaria dell’albergo Daniela Vogt.

I Cantoni decidono in merito alle priorità e alla concessione di aiuti finanziari

I Cantoni applicano la NPR in collaborazione con la Confederazione, sono responsabili per l’approvazione dei progetti e definiscono concretamente le priorità promozionali. Per essere approvato, un progetto deve soddisfare determinati criteri. «Raccomandiamo di contattare con debito anticipo gli uffici responsabili a livello cantonale e regionale», consiglia Annette Christeller, collaboratrice scientifica della Direzione per la promozione della piazza economica, Politica regionale, alla Segreteria di Stato dell’economia (SECO). Oltre agli uffici cantonali della NPR, in molte regioni sono stati istituiti enti e agenzie di sviluppo o management regionale che coadiuvano i promotori nella realizzazione del loro progetto (cfr. tabella). 

Anche i responsabili dei progetti confermano l’importanza di prendere contatto tempestivamente: «Il Cantone ci ha accompagnati lungo tutto il progetto, dall’idea allo sviluppo fino all’attuazione», conferma Daniela Vogt dell’albergo Les Endroits. Una considerazione condivisa anche da Rosa Ilmer del progetto «Light Ragaz» che aggiunge: «Personalmente non so nulla delle possibilità esistenti per finanziare i progetti. Mi è quindi servito molto contattare il Cantone con buon anticipo». Dello stesso parere è René Dobler, direttore della Fondazione svizzera per il turismo sociale che, in collaborazione con Schweizer Jugendherbergen, ha già attuato diversi progetti NPR: «Se si prende contatto per tempo, il processo di elaborazione è più semplice e si possono affinare le idee con i Cantoni e le regioni. Si può ad esempio vedere se non è più opportuno far capo ad altri finanziatori come la Società svizzera di credito alberghiero (SCA) o Innotour».

Il settore alberghiero dispone quindi di numerose possibilità per ottenere un sostegno finanziario dal settore pubblico. Attualmente la NPR ha ancora un buon margine e la maggior parte dei Cantoni dispongono di risorse più che sufficienti, sebbene siano già stati avviati circa 300 progetti turistici. «Possiamo vantare una lunga serie di progetti validi ma potremmo sostenerne molti di più», dichiara Annette Christeller della SECO. 
 

Periodo programmatico fino al 2019: quanto denaro è ancora disponibile?

Nel 2016 è iniziata la seconda fase della NPR che si concluderà nel 2023. Attualmente e fino al 2019 è in corso il primo periodo. La NPR mette a disposizione dei progetti turistici 27 milioni di franchi a titolo di contributi a fondo perso e 113 milioni sotto forma di prestiti. Negli anni 2016-2019, nell’ambito del programma d’impulso per il turismo, sono inoltre stati stanziati 188 milioni per ulteriori progetti turistici (38 milioni di contributi a fondo perso, 150 milioni di prestiti). Dal 2016 i progetti turistici hanno beneficiato di contributi a fondo perso per un ammontare di 15 milioni e di prestiti per 57 milioni. C’è quindi ancora margine sia per i progetti NPR normali sia nell’ambito del programma d’impulso. Un finanziamento del programma d’impulso può essere chiesto anche nel quadro della NPR.

Il programma d’impulso per il turismo include anche Innotour che dal 2016 al 2019 mette a disposizione, oltre alle risorse normali (circa 5 milioni di franchi l’anno), 2,5 milioni l’anno (cfr. tabella).

Risorse a confronto: quali progetti vengono promossi e chi li cofinanzia
Fonte: regiosuisse
Immagine: Fonte: regiosuisse

Foto: Verein Mitarbeiter-Sharing.

Condividi articolo
«Numérisation et formes de financement alternatives pour des projets régionaux: partage d’expériences»
22 Agosto 2019

«Numérisation et formes de financement alternatives pour des projets régionaux: partage d’expériences»

Zusammenfassung
L’objectif de cette séance sera d’identifier les différentes compréhensions que l’on peut avoir du terme « infrastructures » lorsque l’on parle de numérisation. Plutôt que s’arrêter sur des aspects techniques, il s’agira de se poser la question des opportunités offertes par exemple, par une connexion haut-débit.