La piattaforma per lo sviluppo regionale in Svizzera

Imagine: regiosuisse

Nuova politica regionale (NPR)

Con la Nuova politica regionale (NPR) entrata in vigore il 1° gennaio 2008, la Confederazione e i Cantoni sostengono lo sviluppo economico delle regioni di montagna, delle aree rurali e delle zone di frontiera svizzere. Nel 2016 è iniziatoil secondo periodo programmatico della NPR della durata otto anni che si focalizza su due priorità promozionali: il settore industriale – in particolare la promozione dei Sistemi di innovazione regionale (RIS) – e il turismo. Dal 2020 verrà posto maggiore accento sulla tematica della digitalizzazione. Inoltre, con misure pilota specifiche per le regioni di montagna si punta a sfruttare meglio il potenziale economico di queste aree.

Nel quadro della NPR la Confederazione sostiene inoltre la partecipazione della Svizzera ai programmi di Cooperazione territoriale europea (CTE) Interreg, ESPON e URBACT. Maggiori informazioni su www.interreg.ch

Cos’è la Nuova politica regionale (NPR) e quali obiettivi persegue?
La politica regionale in generale promuove lo sviluppo di singole regioni e contribuisce a ridurre le disparità indesiderate tra le regioni. Attraverso la riduzione di queste differenze – spesso di carattere economico – si mira a promuovere e a rafforzare la coesione del Paese. Trovate tutte le informazioni sulla NPR nella scheda informativa «Nuova politica regionale (NPR)».

Siete interessati a progetti NPR concreti ancora in fase di attuazione oppure già conclusi? Se sì, cercate nella nostra banca dati dei progetti regiosuisse, esaminate progetti NPR esemplari oppure ordinate la nostra rivista «regioS».

Improve NPR: a che punto è la Nuova politica regionale?

Il 17 febbraio 2022 la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha pubblicato una valutazione del programma pluriennale 2016-2023 della Nuova politica regionale (NPR). La valutazione conclude che la NPR fornisce un contributo importante allo sviluppo delle regioni svizzere. La NPR mobilita attori e investimenti per le regioni periferiche. Questo rafforza la capacità innovativa e la competitività in queste aree e la coesione tra città e campagna.

La valutazione è disponibile sul sito web improve-nrp.ch

Per uno sviluppo territoriale coerente della Svizzera 

Con lo sviluppo territoriale coerente – che si orienta al principio dello sviluppo sostenibile – la Confederazione affronta le sfide territoriali in modo globale e coordinato. Non si tratta in questo caso di un’unica politica, bensì di una comprensione condivisa delle azioni. Importanti contributi per uno sviluppo territoriale coerente vengono forniti dalle politiche settoriali di rilevanza territoriale della Confederazione – per esempio la NPR. Per coordinare meglio queste politiche e sfruttare le sinergie, nel 2012 la Confederazione, i Cantoni, le città e i comuni hanno adottato il Progetto territoriale Svizzera che doveva servire da quadro di orientamento condiviso. Su tale base la Confederazione ha lanciato la politica per le aree rurali e le regioni montane» (P-LRB) e ha sviluppato la politica degli agglomerati (AggloPol). Queste due politiche trasversali offrono un quadro di orientamento per il coordinamento delle politiche settoriali negli spazi-tipo e contribuiscono a uno sviluppo territoriale coerente.

Maggiori informazioni:


Condividi articolo